Richiedi asilo: Cina. Conosci qui !!

L'ufficio dell'UNHCR è a Pechino. È stata fondata negli anni '1980. Da allora ci sono stati rifugiati in Cina. I richiedenti asilo in Cina sono riconosciuti e protetti dal governo cinese. Domanda di asilo: Cina.

Secondo l'UNHCR, a settembre 2013. Il numero totale di rifugiati residenti in Cina è di circa 301,383.

Indo cinese: 300, 895

Richiedenti asilo: 332

Rifugiati: 166

La popolazione totale delle persone interessate: 301,383
 
Di recente i rifugiati in Cina hanno potuto registrare la presenza a causa di queste statistiche. In base a una nuova legge sull'uscita e l'ingresso, approvata nel luglio 2012 ma entrata in vigore il 1 ° luglio 2013. I rifugiati possono rimanere in Cina dopo aver ricevuto un documento di identità dalle agenzie di pubblica sicurezza.
Inoltre, i richiedenti asilo possono utilizzare una carta d'identità temporanea per rimanere nel paese. Ma il loro status di rifugiato viene esaminato dal Comitato permanente del Congresso nazionale del popolo. L'UNHCR e il governo cinese lavorano alla registrazione per rafforzare questa situazione. 

Processo di registrazione-

Registrarsi per lo status di rifugiato presso l'ufficio di Pechino è semplice e facile.

Hai bisogno di identificazione-

  • Un passaporto
  • Una carta di identità.

Determina il tuo paese di origine. Determina anche come sei arrivato in Cina. Successivamente, ti viene fornito / rilasciato un modulo di appuntamento. Devi aspettare almeno uno o due mesi per questo Durante il processo di formazione, ti viene fornita una guida. Devi leggerlo. Conoscere i diritti e i limiti dei rifugiati in Cina. Successivamente, ti viene rilasciato un certificato di asilo. Un certificato è una forma di documento di identificazione. Puoi usarlo quando incontri un problema. Presentando il certificato alla polizia, vieni rilasciato.

Conoscere i diritti e le limitazioni allo status di rifugiato in Cina. Una guida dell'UNHCR viene data a te. Questo ti garantirà un certificato del richiedente asilo come richiedente. La credenziale viene utilizzata quando si verifica un problema o si viene presi di mira dagli arresti della polizia. Vieni rilasciato dopo aver inviato il certificato alla polizia.

Richiedi asilo: Cina.

Periodo di validità del certificato

La durata di ogni certificato è di due o tre mesi e può essere estesa per più tempo. Il rinnovo di un certificato, che viene implementato alcuni mesi fa, ha una condizione. In altre parole, un candidato deve registrarsi presso la polizia nella città o paese della casa. Oppure con l'ufficio di pubblica sicurezza e inviare un avviso di rinnovo del certificato all'UNHCR.

Ufficio di protezione pubblica

C'è la caratteristica più consolante del registro cinese dei richiedenti asilo. È il potenziale per i rifugiati registrarsi per la sicurezza e la protezione presso la stazione di polizia locale. In Cina, sia i cittadini cinesi che quelli stranieri vengono protetti dall'ufficio di pubblica sicurezza. Devi essere un cittadino con un visto valido per ottenere questa registrazione come straniero. Nel frattempo, se ti viene permesso di farlo da un rifugiato o da un richiedente asilo, sei considerato legale mentre aspetti.
Il governo cinese dovrebbe essere congratulato per l'ampio incentivo dato ai rifugiati. Rimanere nel paese facendo rispettare la legislazione. Quella legge era in ritardo da molto tempo. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è un membro continuo della Cina. Parte di due leggi straniere sui rifugiati: la Convenzione del 1951 e il Protocollo del 1967. In quanto tale, quando si tratta di difendere i rifugiati, la Cina non dovrebbe essere in secondo piano.
Il governo cinese per il suo contributo al processo di registrazione dell'UNHCR per i richiedenti asilo. Proprio come non significa che sei un membro del personale, quindi spetta al richiedente asilo fare domanda per un lavoro a un datore di lavoro. Un po 'di informazioni potrebbe essere utile per tu qui.

Questioni relative ai rifugiati e all'asilo

Nel settembre 1982 la Cina ha aderito alla Convenzione sullo status di rifugiato del 1951. E al suo protocollo del 1967. La legge nazionale sui rifugiati e la legge sull'asilo sono ancora in corso. Nonostante la sua adesione ai trattati. Gli articoli 32 e 46 della legge sull'uscita e l'ingresso sono le uniche disposizioni legali applicabili.
 
Il primo prevede il principio generale dell'asilo. Si afferma che gli stranieri che chiedono asilo per motivi politici. Possono ottenere asilo dal governo. In Cina, quest'ultimo spiega la possibilità di carte d'identità per i rifugiati. Ci sono considerazioni su una legge sui rifugiati che affronta una varietà di problemi dei rifugiati. C'è un articolo nella legge sull'uscita e l'ingresso. I richiedenti rifugiati in Cina sono soggetti alle altre disposizioni.
L'Ufficio dell'UNHCR di Pechino effettua le determinazioni in Cina. Si tratta della registrazione e dello status di rifugiato. I rifugiati riconosciuti rimarranno in Cina. Mentre l'UNHCR è alla ricerca di una soluzione permanente. Ciò include il trasferimento in un paese terzo. I rifugiati non indocinesi vengono considerati immigrati senza diritto di vivere. L'UNHCR li assiste nei settori del cibo, degli alloggi, della salute e delle attività educative per i bambini.
I rifugiati in Cina devono essere soggetti ad altre disposizioni della legge sull'uscita e l'ingresso. Così come altre leggi cinesi applicabili, che regolano gli stranieri e gli apolidi. Gli stranieri di età pari o superiore a diciassette anni devono portare i documenti per gli esami di pubblica sicurezza.
 
Gli stranieri devono spesso richiedere il permesso di soggiorno. Ovunque vivano agli enti locali di pubblica sicurezza. Gli hotel devono comunicare agli enti locali di pubblica sicurezza i dettagli relativi ai visitatori internazionali.

A. Ammissione dei rifugiati e trattamento delle richieste di rifugiati

Sito ufficiale in Cinese-

 

La differenza tra asilo e rifugiati secondo le leggi statunitensi sull'immigrazione.

Chi dovrebbe richiedere lo status di asilo e chi dovrebbe chiedere lo status?

  1. Non puoi tornare nel tuo paese.
  2. Perché hai perseguitato lì in passato
  3. Il motivo per cui hai perseguitato si collega a una delle cinque cose:
  • Gara
  • religione
  • Nazionalità
  • Appartenenza a un gruppo sociale
  • La tua opinione politica.

I. Storia generale

A. Rifugiati dall'Indocina

Sebbene non sia un luogo comune per rifugiati e richiedenti asilo. È stato sostituito dal Sudan di recente a metà 2015. al fatto che ha accolto e ospita tuttora un gran numero di profughi indocinesi. Ma ha anche uno dei primi dieci paesi che accolgono rifugiati. Inoltre, riconosciuto dall'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). Hanno ottenuto lo status di rifugiati e sono stati trovati nel sud della Cina. Secondo l'UNHCR, gli indocinesi ei rifugiati dei loro figli sono ben integrati. Ed è stato assicurato dal governo cinese. I rifugiati indocinesi ei loro figli sono cinesi.

B. Rifugiati dalla non-Indocina

 
Negli ultimi due decenni, c'è stato un numero crescente di rifugiati che sono arrivati ​​in Cina. E il transito e la destinazione del Paese per la migrazione mista. Ha ottenuto il prodotto della sua importanza geografica ed economica. Oltre a quelle dell'Indocina, la Cina ha attirato pochissime richieste di rifugiati.
 
A giugno 2015, sono stati identificati 301,057 rifugiati, 300,000 rifugiati indocinesi e 564 richiedenti asilo. Come dati forniti dalla Commissione per i diritti umani delle Nazioni Unite (UNHCR).
 
Somalia, Nigeria, Iraq e Liberia hanno i principali paesi di origine non indocinesi.

C. Afflussi di stranieri sfollati dai paesi limitrofi

Il governo cinese non accetta questi rifugiati. I nordcoreani che hanno attraversato la Cina dagli anni '1990 sono stati considerati migranti economici illegali.
Per oltre 30,000 Kokang di etnia Kokang sfollati dalla polizia armata. È anche una migrazione su larga scala di stranieri dalla Corea del Nord e dalla Birmania (Myanmar).

Legge legislativa

Nel settembre 1982 la Cina ha aderito alla Convenzione del 1951 sullo status di rifugiato e al suo Protocollo del 1967. La legislazione nazionale sui rifugiati resta in corso.
Attualmente, una clausola della costituzione stabilisce il concetto generale di asilo.
E un articolo della legge sull'uscita e l'ingresso che garantisce i rifugiati. Richiedenti asilo, lo status giuridico è l'unica disposizione legale relativa ai rifugiati. Uno spettro più ampio di problemi dei rifugiati viene coperto da uno statuto completo dei rifugiati.

A. Costituzione Costituzione

L'articolo 32 afferma: "Gli stranieri che chiedono asilo per motivi politici ottengono asilo"

B. Regola di ingresso e uscita 2012

Nel 2012 è stata adottata la legge sull'uscita e l'ingresso nella Repubblica popolare cinese. Sta sostituendo le due precedenti leggi di uscita e di ingresso per cinesi e stranieri. L'attuale legislazione in materia di uscita e ingresso, in vigore dal 1 luglio 2013, esiste. Specifica che i rifugiati possono ricevere le carte d'identità in Cina per la prima volta. La nuova legge sull'uscita e l'ingresso è stata emanata nel 2012.

L'articolo 46 della legge sull'uscita e sull'ingresso stabilisce che durante il processo di screening degli stranieri. Lo stato in Cina può rimanere in Cina con certificati di identità temporanei.
Agli stranieri riconosciuti come rifugiati è stato permesso di vivere o vivere in Cina. È con certificati di identificazione dei rifugiati ottenuti da organismi di protezione pubblica.

È stato considerato il primo passo verso un quadro giuridico per i rifugiati residenti in Cina.

La legge “fondazione prevede ulteriori modifiche ai diritti dei rifugiati in Cina. Come il diritto al lavoro e il diritto all'istruzione, a causa dei rifugiati.

C. Proposta di legge sui rifugiati

Negli anni '1990, sarebbero stati lanciati tentativi per creare uno statuto completo sui rifugiati. Ma nessuna fattura è stata ancora scritta. Le autorità del governo centrale hanno preparato il progetto di regolamento.
Nella sua approvazione, i regolamenti dovrebbero coprire le definizioni dei rifugiati, le autorità competenti dei rifugiati. Il Regolamento dovrebbe essere applicato in questo contesto.

 3. Questioni relative all'asilo e ai rifugiati

Sebbene la legge sull'uscita e l'ingresso specifica per i rifugiati includa solo una sezione. Questi sono soggetti ad altre disposizioni di tale legge. Così come altre leggi cinesi correlate, che regolano gli stranieri e le persone senza status.

 Richieste di accoglienza e trattamento dei rifugiati

Non ci sono regole che disciplinano l'ammissione e la gestione dei rifugiati. È conforme alla legge cinese, ad eccezione dell'articolo 46 della legge sull'uscita e l'ingresso. L'organismo competente responsabile per gli affari dei rifugiati non esiste. In questioni relative all'identificazione, al rimpatrio e allo status di rifugiato dei rifugiati. Il Ministero della Pubblica Sicurezza dovrebbe essere responsabile. E il ministero degli Affari civili dovrebbe essere responsabile del reinsediamento dei rifugiati. Ma nessuna legislazione li autorizza a fungere da autorità competenti.

L'Ufficio di Pechino dell'UNHCR è l'organizzazione generale della registrazione dei rifugiati. E la determinazione dello status di rifugiato per i rifugiati non indocinesi, secondo l'Ufficio. L'UNHCR cerca una soluzione duratura, spesso coinvolge il reinsediamento in un paese terzo. che consente a noti rifugiati di rimanere in Cina.

 Profughi al confine

L'articolo 20 della legge sull'uscita e l'ingresso prevede la presentazione dei visti prima del visto. La legge richiede a tali stranieri di supportare anche i materiali che dimostrano che le loro domande di visto.
L'ufficiale dell'UNHCR afferma che, a causa dello stretto controllo delle frontiere, i rifugiati in Cina generalmente entrano nel paese con visti validi, visti per studenti e visti per visitatori.

 Ultime modifiche

Di conseguenza, la Cina sembra aver rifiutato di apportare miglioramenti o revisioni alla sua legge sui rifugiati.

Determinazione dello status di rifugiato

L'ufficio dell'UNHCR di Pechino è generalmente responsabile della valutazione dello status di rifugiato. E secondo l'Ufficio di Pechino dell'UNHCR, le autorità cinesi non hanno compiuto sforzi significativi.
Da segnalare il mandato dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Rifugiati, alloggio e sostegno

In generale, i rifugiati non indocinesi in Cina sono stati trattati come stranieri. L'UNHCR li aiuta per quanto riguarda cibo, alloggio, assistenza sanitaria e istruzione per i bambini.
 
L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati ha annunciato nel novembre 2013. È che i bambini rifugiati hanno ottenuto il permesso di frequentare le scuole pubbliche primarie.
 

Accettazione dei rifugiati reinsediati

La Cina ha dato circa 2000 laotiani e un numero minore di rifugiati cambogiani. Proviene dalla Thailandia con opportunità di reinsediamento nei campi nel 1981 e nel 1982. Alcuni hanno preferito rimanere in Cina mentre la maggior parte di loro è rimpatriata.

La strada verso la natura

Di regola, un individuo cittadino straniero che è pronto a seguire la costituzione cinese. Dopo l'approvazione della domanda, è stato naturalizzato come cittadino cinese. Se il cittadino cinese è un parente stretto, residente in Cina o ha altri validi motivi.
 
Un immigrato entrato nel Paese in possesso di un visto di casa temporaneo con licenza di uscita e ingresso. Se lui o lei è un investitore dalla regola di uscire e entrare in Cina. La base di un principio umanitario prevede anche gli stranieri. Coloro che hanno dato “contributi notevoli alla crescita economica e sociale cinese”.

Restare

Tutti gli stranieri della Cina di età pari o superiore a sedici anni sono ammessi dalla legge sull'uscita e l'ingresso. Spetta ai loro enti di pubblica sicurezza portare i passaporti. E altri documenti di viaggio o permessi di soggiorno per l'ispezione.

Inoltre, gli stranieri residenti in Cina sono stati obbligati a richiedere i loro permessi al residente.
La legge impone agli hotel di registrare le informazioni sugli stranieri. E inviare le proprie informazioni agli enti locali di pubblica sicurezza per chi soggiorna in hotel. Se gli stranieri stessi ospitano gli stranieri devono essere registrati. Dovrebbe essere negli organismi di sicurezza locali entro 24 ore dal loro arrivo.
Lo straniero deve essere iscritto a enti di pubblica sicurezza.

742 Visto