Asilo Sudan del Sud

Come richiedere asilo nel Sudan del Sud

In questo articolo, troverai informazioni su come richiedere asilo a Sudan del Sud. È nell'Africa nord-orientale. Inoltre, il Sud Sudan è il paese più giovane. È diventato indipendente dal Sudan nel 2011. Ci sono poche regole stabilite da CDU per ottenere asilo.

Passi per richiedere asilo in Sud Sudan

Qualsiasi richiedente asilo entrato nel territorio del Sud Sudan. Se il suo desiderio di rimanere nel Sud Sudan come rifugiato. Quindi uno può presentarsi al responsabile della registrazione presso il centro di accoglienza designato. Puoi anche visitare l'Ufficio per i rifugiati dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite (UNHCR). Tuttavia, è necessario presentare domanda entro tre mesi dalla data successiva alla data di entrata in Sud Sudan. Inoltre, per un periodo preciso, contattare gli uffici sopra indicati.

Oltre a questo, se una persona che è già legalmente in Sud Sudan avrà diritto a richiedere asilo. Inoltre, il richiedente asilo e tutti i membri della sua famiglia possono rimanere in Sud Sudan. Possono rimanere fino alla determinazione finale della sua domanda.

Dopo il processo di registrazione, il responsabile della registrazione contatterà immediatamente la persona. Il tempo di attesa dopo il ricevimento iniziale non deve superare i 30 giorni.

Domanda di asilo per minori non accompagnati

Qualsiasi minore non accompagnato o separato è libero di richiedere asilo. È suo diritto scegliere se chiedere asilo o meno. Inoltre, i minori non accompagnati o separati hanno la priorità dal responsabile della registrazione. Quindi, le loro possibilità sono maggiori di ottenere asilo.

Entrata al confine con il Sudan

Non portare armi con te. Come ogni persona che arriva alla frontiera per chiedere asilo ottiene una scansione adeguata. Tutti i rifugiati in cerca vengono esaminati dagli ufficiali immigrati. Non puoi portare armi da fuoco prima di entrare nel confine. Nel caso in cui qualcuno si rifiuti di consegnare le armi da fuoco, non può essere concesso l'asilo in Sud Sudan.

Qualsiasi richiedente asilo può chiedere un interprete. L'interprete può richiedere in varie fasi, come durante i colloqui. La barriera linguistica è curata in modo che i rifugiati non affrontino alcuna difficoltà.

Idoneità per lo status di rifugiato in Sud Sudan:

L'idoneità, in conformità con la legge, di qualsiasi richiedente asilo per lo status di rifugiato deve:

Essere condotto, tenendo conto dei singoli dettagli. Il richiedente è giudice in base alle condizioni nel paese di nazionalità.

Le qualifiche per lo status di rifugiato possono essere valutate su base di gruppo. Quanto previsto nella Sezione 30 della Legge ed elaborato su tali Regole nel Regolamento 46 della Legge. 

Il responsabile della determinazione dello status di rifugiato può decidere in merito all'idoneità a:

(a) Richiedere al richiedente asilo ulteriori informazioni o chiarimenti;

(b) Consultare i rappresentanti dell'UNHCR e invitarli a fornire le informazioni. Il rappresentante con tutte le informazioni che l'UNHCR può richiedere per facilitare questo processo;

(c) Raccogliere informazioni da fonti attendibili sulle condizioni del paese;

 (d) Riferire ogni questione di legislazione al Comitato delle Qualifiche.

 Qualsiasi funzionario autorizzato deve, attraverso il processo di domanda. Prendere accordi specifici per sostenere i richiedenti asilo che rientrano in uno dei gruppi a rischio.
Il richiedente asilo deve parlare di diritti e doveri nella lingua che conosce.
L'assistenza nella lingua che il richiedente comprende sarà fornita anche per i colloqui.

Per informazioni sul lavoro dell'UNHCR in Sud Sudan:

  • Per la legislazione, aiutare a controllare la politica relativa alle richieste di protezione internazionale. Oppure puoi visitare Refworld.
  • Per informazioni aggiornate sui nostri programmi e attività del Sud Sudan. Consulta globale Messa a fuoco, Sito di monitoraggio dell'UNHCR, compreso il livello di finanziamento e le donazioni dei donatori.
L'UNHCR raccomanda al governo del Sud Sudan di:
 
(un). Raccogliere dati sulle popolazioni apolidi in Sud Sudan e su quelle a rischio di apolidia. Collaborando con l'UNHCR e a fondo valutare i rischi per la protezione che devono affrontare;
 
(b). Includere domande relative alla nazionalità nel censimento previsto per l'istituzione. Numero di persone di nazionalità indeterminata;
 
(c). Stabilire sistemi per la registrazione civile e le statistiche vitali (CRVS). Con il supporto tecnico continuo dai quadri CRVS nell'Unione Africana;
 
(d). Dividere un budget in tutto il paese per il rilascio della documentazione sulla nazionalità. Assicura che i funzionari del Dipartimento di nazionalità, passaporti e immigrazione (DNPI) sono dati formazione specializzata ai sensi della legge sulla nazionalità.

41 Visto