Tarifa è la grande destinazione turistica come vogliono farci credere?

Tarifa è considerata una delle principali destinazioni turistiche per gli sport del vento. È la posizione, la zona sud della Spagna, è tra due mari, il Mediterraneo e l'Atlantico, è l'ideale per il kitesurf. Entrambi i mari si fondono creando un vento che favorisce questo tipo di sport.

La zona meridionale della Spagna ha anche alcune delle spiagge più belle della Spagna con viste incredibili sulla costa africana. Sembra una destinazione perfetta per i turisti. Spiagge incantevoli, clima caldo per la maggior parte dell'anno, cibo e gente deliziosi? Purtroppo non lo è.

Tarifa è una meta fatale per i migranti e in alcune occasioni si possono vedere corpi galleggianti quando si prende il sole.

Ad esempio, il 7.11.2017, due corpi sono stati recuperati da quelle acque lo stesso giorno come riportato su la voz digital quel giorno (...) o si può anche assistere a come una barca che trasporta migranti viene trascinata sulla spiaggia (... ) come accaduto solo pochi giorni fa.

Ora, anche se alcune barche cercano ancora di raggiungere l'Europa, dal Nord Africa, alcuni migranti potrebbero saltare dalle barche per essere salvati. Alcuni non sanno nemmeno nuotare e muoiono nel loro tentativo, lavati a Tarifa o in altre zone del sud della Spagna.

Solo pochi giorni fa, in due giorni, 121 persone sono state salvate dal mare. Otto di queste persone erano a 10 miglia da Tarifa (...)

Tarifa, il principale punto più a sud, è un'isola chiamata La Isla de la Paloma.

In quest'isola, si trova un'antica fortezza militare che ora è un centro di detenzione per migranti. Si può camminare fino all'entrata principale e poi a una porta di ferro. Non l'ingresso per i pedoni. Si legge da qualche parte. Si può vedere come la maggior parte delle persone fotografa questo centro di detenzione per migranti. Molti potrebbero non essere consapevoli di ciò che accade lì. Altri potrebbero non interessarsene.

I CIE (Centros de Internamiento de Extranjeros), come vengono chiamati i centri di detenzione per migranti in Spagna, le persone detenute sono principalmente in attesa di espulsione. Nel Cie di Tarifa le persone detenute sono state rilevate in mare. Nel 2017 c'è stato un aumento degli arrivi via mare a Tarifa e Almeria. Molti di loro provenivano da Marocco, Algerie, Costa d'Avorio e Guinea.

Gli arrivi via mare incontrano la detenzione automatica e numerosi ostacoli all'assistenza legale. Detenzione, minimo per 72 ore è di fornire assistenza umanitaria e per l'identificazione.

I CIE in Spagna sono famosi per le loro pessime condizioni. Molti rapporti denunciano le sue cattive condizioni come nell'articolo di Human Rights Watch (…) La tortura è stata usata, le stanze non hanno condizioni minime e molti detenuti non hanno la giusta assistenza legale.

I minori sono ancora detenuti, anche quando il Congresso ha chiesto nel 2017, di cessare qualsiasi detenzione di qualsiasi minore in qualsiasi CIE. Tuttavia, nel 2018, El País ha riferito che 9 minori erano detenuti a Tarifa (...)

È stato ora riferito che il CIE di Tarifa sarà chiuso tra tre anni. Questo potrebbe sembrare una buona notizia per alcuni. Tuttavia, questo non è il caso.

Il governo spagnolo prevede di creare un nuovo CIE ad Algeciras, non lontano da Tarifa. I piani per costruirlo sono già messi sul tavolo.

Qualcuno potrebbe pensare che l'enorme campagna contro il CIE a Tarifa sia stata ripagata da organizzazioni come ADPHA (Asociación Pro Derechos Humanos De Andalucía), La Caravana Abriendo Fronteras e alcuni gruppi religiosi che hanno raggruppato persone per pregare per la sua chiusura (...)

Sfortunatamente, il loro obiettivo sembrava voler migliorare le condizioni di vita. L'ADPHA ha anche denunciato i cattivi effetti della CIE a Tarifa sull'ambiente e la mancanza dell'uso dell'Isola dei Palomi per il pubblico.

Tarifa ora recupererà l'isola di Las Palomas come spazio pubblico. Riprenderà l'isola in abbondanza con quelle spiagge e panorami incantevoli.

Tuttavia, ciò non fermerà le persone a tentare di attraversare i confini o ad evitare ulteriori morti in quel mare.

Le persone anonime sepolte nel cimitero di Tarifa, Santo Cristo de las Animas, il numero continuerebbe ad aumentare e più nicchie con l'iscrizione, Inmigrante de Marruecos, Migrante dal Marocco, senza nome, continueranno ad avere luogo.

68 Visto